I paesaggi dell’anima – Sequenza 1

Coreografia e danza: Sara Nesti

Liberandosi nella pura gestualità non intenzionata, il corpo del danzatore descrive un mondo che è al di là di tutti i codici e di tutte le relative iscrizioni, perchè nella danza l’unico segno visibile è quello in cui il corpo iscrive se stesso tra terra e cielo.(U. Galimberti)

Sequenza 1 appartiene ad un vasto studio sul gesto non eleborato ed intenzionale, senza finalità funzionali. Il movimento è qui parodia di ogni sistema, il corpo dissolve tutti i sensi che vogliono porsi come sensi definitivi.

Presentato al Museo Marino Marini, Piazza S. Pancrazio (Firenze) in occasione di Teatri Aperti.

0 commenti

Invia un commento

© 2016 rAn-network